Copyright 2014 Roberto Insalata





 
Data: 24 Marzo 2014
Autore: Roberto Insalata

Come catturare una realtà affascinante celata agli occhi, attraverso le opportunità offerte da tecnologie fotografiche straordinariamente semplici ed efficaci.





1. Introduzione 2. Caratteristiche tecniche e limiti operativi
3. Cactus Laser Trigger LV5 per il fotografo 4. Contenuto della confezione
5. Configurazione base del sistema 6. Sincronizzazione di unità flash durante lo scatto
7. Configurazione avanzata dei parametri 8. Scenari di applicazione fotografica
9. Esempi di applicazione: Fotografia di Still-life e Pubblicitaria 10. Esempi di applicazione: Fotografia Sportiva


Introduzione.

L'arte della fotografia ci ha offerto - sin dalle sue origini - la singolare opportunità di ottenere una rappresentazione della realtà oggettiva, ma anche di una speciale realtà apparentemente invisibile come quella di oggetti sospesi nello spazio (congelamento dell'azione ottenuta con tempi rapidi di otturatore e/o del lampo flash) oppure posseduti dal tempo (scie di movimento registrate con lunghi tempi di esposizione).

Le sofisticate tecnologie oggi disponibili sul mercato sono in grado di liberare tutta la creatività del fotografo che intende trasmettere la sua personale visione della realtà, come la soluzione descritta in questa recensione denominata Cactus LV5 Laser Trigger, prodotto concepito e distribuito dall'Azienda Harvest One Limited con sede a Hong Kong.



Il brand Cactus è già noto nel settore da molti anni per i suoi diffusi Radio Trigger universali (Cactus V5 e precedenti versioni), operanti su 16 differenti canali e capaci di sollecitare sorgenti di luce flash ed eseguire lo scatto remoto con fotocamere recenti (attraverso speciali cavi compatibili); la stessa affidabile tecnologia è stata integrata nel prodotto illustrato in questo articolo.



Cactus V5 Radio-Trigger TX+RX a 16 canali

Il Cactus LV5 Laser Trigger appartiene a una generazione di dispositivi progettati per risolvere definitivamente e con estrema precisione le difficoltà di ripresa fotografica relative a oggetti in movimento, operando in qualunque condizione di illuminazione (naturale, artificiale e mista). In breve, la soluzione Cactus LV5 consente di sollecitare una fotocamera a distanza - opportunamente configurata - nell'istante in cui un soggetto interrompe il segnale laser generato dai componenti del sistema (emettitore e ricevitore), catturando perfettamente il momento desiderato senza alcuna improvvisazione.

Prima di fornire tutti i dettagli tecnici e le possibili applicazioni, desideriamo anticipare al lettore che il prodotto Cactus LV5 vanta un costo assolutamente accessibile (circa 90,00 USD), aspetto importante per che intende semplicemente sperimentare le innumerevoli opportunità creative offerte dalla soluzione Cactus Image, ancora più appetibile in ambito professionale.




Caratteristiche tecniche e limiti operativi.

Riportiamo sinteticamente i dati tecnici dichiarati dal produttore riferiti alle due unità Emitter (generatore Laser) e Sensor (ricevitore laser con radio-trigger integrato), oltre ai limiti operativi in differenti condizioni di luce.

Unità Emitter

Tipo di dispositivo: Generatore Laser Classe 1
Frequenza operativa: 500Hz / 1000Hz
Alimentazione: 6V con 4 batterie tipo AAA (Alcaline / NiMH)
Autonomia: 80 ore
Temperatura d'esercizio: da -20°C a +50°C
Range di inclinazione verticale: da -20° a +65°
Dimensioni (Lun x Lar x Alt) : 92 x 80 x 93mm
Peso: 135g
Montaggio: foro da 1/4" per cavalletto o adattatore per flash slitta

Unità Sensor

Tipo di dispositivo: Ricevitore Laser con Trasmettitore Radio integrato
Canali radio: 16 (Cactus V5 compatibile)
Velocità di Sincronizzazione: fino a 1/1000sec
Uscita scatto remoto: audio jack 3,5mm per collegare un cavo dedicato della fotocamera (disponibile separatamente) oppure radio-trasmettitore Cactus V5 o universale
Alimentazione: 6V con 4 batterie tipo AAA (Alcaline / NiMH)
Autonomia: da 125 a 180 ore (modo STAND-BY / TRAP / ESCAPE)
Temperatura d'esercizio: da -20°C a +50°C
Range di inclinazione verticale: da -20° a +65°
Dimensioni (Lun x Lar x Alt) : 153 x 80 x 93mm (con paraluce in dotazione)
Peso: 175g
Montaggio: foro da 1/4" per cavalletto o adattatore per flash slitta

Limiti di distanza

In interni controllati: 150mt
In esterni soleggiati: 20mt (consigliato l'uso del paraluce in dotazione)




Cactus Laser Trigger LV5 per il fotografo.

Il prodotto rivoluzionario Cactus LV5 è concettualmente assimilabile a una trappola elettronica basata su tecnologia laser (assolutamente innocua sebbene non sia consigliato puntare il fascio verso gli occhi o sensore della fotocamera); due sono i componenti responsabili della sincronizzazione tra l'oggetto intercettato e lo scatto eseguito della fotocamera, chiamati rispettivamente Emitter (trasmettitore) e Sensor (ricevitore), entrambi alimentati con semplici batterie mini-stilo di tipo AAA.



Cactus LV5 Emitter (trasmettitore Laser)



Cactus LV5 Sensor (ricevitore Laser)

Il componente Emitter genera e trasmette un fascio laser (Classe 1) visibile ad occhio nudo e diretto verso il secondo componente, il Sensor; operando insieme, i due dispositivi configurano una zona (verticale, orizzontale oppure obliqua grazie alla capacità di rotazione delle due unità) in grado di reagire a qualsiasi ostacolo che interrompe (oppure rilasci, come vedremo nel seguito) il fascio laser attivato.

L'istante in cui viene intercettato un ostacolo, tecnicamente definito Evento, consente di sollecitare una fotocamera a distanza (con cavo diretto oppure radio-ricevitori), permettendo al fotografo di catturare l'attimo irripetibile con precisione assoluta e senza alcun intervento manuale. Uno scenario complesso potrebbe vedere configurate più fotocamere e ottenere punti di ripresa differenti appartenenti allo stesso istante temporale (l'evento).



Scenario d'esempio per sollecitare la fotocamera a distanza.

1) Il soggetto attraversa la zona di copertua del segnale laser (modo trappola)
2) I dispositivi Cactus LV5 intercettano l'evento e inviano un segnale di scatto remoto (wireless/cavo)
3) Il ricevitore radio intercetta il segnale di scatto remoto propagato dall'unità Sensor
4) Il ricevitore Cactus V5 invia il segnare di scatto remoto alla fotocamera, tramite cavo dedicato


Al verificarsi di un evento, il dispositivo Sensor genera un segnale di sincronizzazione in due differenti modalità: 1) utilizzando l'uscita scatto remoto laterale, alla quale è possibile collegare direttamente un cavo compatibile con la propria fotocamera venduto separatamente, oppure un radio-trasmettitore universale con ingresso audio-jack; 2) in modalità wireless essendo il ricevitore laser equipaggiato con un trasmettitore Cactus V5 a 16 canali, pertanto in grado di sollecitare un ricevitore dello stesso tipo (Cactus V5 in modalità RX) opportunamente connesso alla fotocamera.



Dettaglio dell'uscita scatto remoto disponibile sull'unità Sensor.

Naturalmente l'opportunità di poter sfruttare la modalità wireless integrata nel ricevitore offre maggiore flessibilità nel posizionamento della fotocamera, condizione abilitante quando è necessario operare con discrezione o in incognito (caccia fotografica, fotografia naturalistica, macro ecc). Il Cactus LV5 manifesta tutte le sue potenzialità nella fotografia d'azione, come lo still-life creativo e pubblicitario, discipline sportive e artistiche.




Contenuto della confezione.

Il packaging semplice ma elegante scelto dal produttore per il Cactus LV5 rappresenta un segno di forte identità e determinazione per un mercato particolarmente concorrenziale, sebbene il prodotto in oggetto può essere considerato sostanzialmente l'unico disponibile in quanto a funzionalità fotografiche, portabilità e prezzo.




Confezione del Cactus LV5.

1) Cavi di scatto remoto (audio-jack e pc-sync)
2) Unità Emitter (trasmettitore laser)
3) Paraluce per unità Sensor
4) Unità Sensor (ricevitore laser)


Il contenuto della confezione comprende (da sinistra a destra): cavetti di connessione dall'unitÀ ricevente (Sensor) verso la fotocamera o radio-trasmettitore esterno, rispettivamente di tipo Audio-Jack 3.5mm M/M e PC-Sync; unità Emitter (generatore Laser); paraluce per ridurre le interferenze di luce operando in esterni, da montare sull'unitÀ ricevente; unità Sensor. Sono inoltre inclusi il manuale stampato e una brochure a colori contenente le testimonianze di fotografi che utilizzano le tecnologie Cactus-Image.

Le due unità principali (Emitter e Sensor) presentano identiche caratteristiche estetiche, sebbene siano funzionalmente molto differenti; condividono numerose scelte costruttive come il pulsante superiore di accensione, il comparto di alimentazione posteriore (4 batterie mini-stilo di tipo AAA), una vite di orientamento con inclinazione verticale fino a 65° e un connettore inferiore per assicurare le unità su un normale cavalletto con attacco da 1/4", oppure su adattatore standard per flash a slitta e stativo quando è richiesta maggiore flessibilità.



Unità Sensor ed Emitter inclinabili fino a 65°.

L'unità trasmissiva Emitter si distingue per la presenza del generatore Laser frontale di Classe 1 (2), posto nella zona centrale e dotato di una finestra scorrevole detta Filtro Laser (3) capace di alterare il grado di concentrazione del fascio aumentando l'efficienza in esterni. Nella parte laterale destra troviamo l'unico switch disponibile sull'unità, il selettore di frequenza del fascio laser con valori di 500Hz (preferibile in condizioni di luce intensa, soprattutto in esterni) e 1000Hz (valore di funzionamento consigliato in condizioni normali).




Unità Emitter - selettore frequenza di lavoro del segnale laser.

L'unità ricevente Sensor fornisce numerose funzionalità e strumenti integrati per intercettare gli eventi con ampia flessibilità e sincronizzare dispositivi esterni di ripresa e illuminazione.




Unità Sensor - vista laterale sinistra.

Nella parte frontale (1) è presente il ricevitore Laser con superfice ampia, dove il segnale termina il suo percorso per stabilire una connessione affidabile; nella zona laterale sinistra ritroviamo lo switch superiore (2) DELAY (per introdurre un ritardo di triggering fino a 400ms) e FREEZE (per ignorare gli eventi successivi al primo fino a un massimo di 4 secondi) e un secondo switch inferiore (3) per selezionare lo scatto singolo (rettangolo arrotondato) o continuo (rettangoli sovrapposti, richiede che la fotocamera sia impostata in modalità raffica per catturare un evento continuatamente fino a quando si verifica) e il connettore esterno (4) per sollecitare direttamente una fotocamera oppure connettere un radio-trasmettitore.

Ricordiamo inoltre che l'unità Sensor è dotata di un trasmettitore radio Cactus V5 compatibile, capace di sollecitare fotocamere o radio-ricevitori esterni in modalità wireless; il fotografo potrà quindi beneficiare di una maggiore flessibilità e creatività nella configurazione, ad esempio operando con differenti fotocamere simultaneamente e dispositivi radio (Cactus V5 o universali) già in suo possesso per sollecitare sorgenti di luce flash. Il costruttore fornisce comunque la possibilità di sincronizzare direttamente le proprie fotocamere (attraverso cavi compatibili disponibili separatamente) o radio-trasmettitori universali sfruttando l'uscita scatto remoto (5).




Unità Sensor - uscita scatto remoto connessa al ricevitore Elinchrom Skyport Speed tramite cavo in dotazione al Cactus LV5.


La selezione del canale usato dal trasmettitore radio integrato è realizzata dal selettore multi-funzione presente nella parte inferiore destra dell'unità; tale scelta ha effetto solamente quando l'unità Sensor è spenta.




Unità Sensor - Selettore multifunzione (frequenza trasmissione radio, ritardo modalità DELAY e FREEZE).


Le due unità Sensor ed Emitter sono state progettate per operare in qualsiasi condizione di illuminazione, in interni controllati oppure esterni soleggiati (fino a 20mt di distanza); in condizioni di luce intensa, ad esempio esponendo le unità al sole, il fascio laser potrebbe subire interferenze capaci di alterarne traiettoria e stabilità, pertanto risulta di grande aiuto il paraluce fornito in dotazione da avvitare sull'unità ricevente (Sensor).




Unità Sensor - Paraluce in dotazione per migliorare le prestazioni in esterni.





Configurazione base del sistema.

La procedura per attivare le unità Cactus LV5 in configurazione base detta TRAP (trappola), dove il segnale di sincronizzazione è emesso durante l'interruzione del fascio laser, prevede alcuni semplici passi da seguire, partendo dall'inserimento delle batterie mini-stilo di tipo AAA su entrambe le unità (8 in tutto).




Particolare vano batterie (AAA) identico per le unità Sensor ed Emitter.


N.B: Suggeriamo di tenere entrambe le unità spente durante la fase di associazione descritta nel seguito.

Supponendo di voler creare una semplice zona di intercettazione del fascio laser di tipo orizzontale, cominciamo con il fissaggio dell'unità Emitter nelle modalità disponibili (cavalletto standard oppure adattatore per flash a slitta). Assicuriamoci che la posizione dello switch laterale relativo alla frequenza di lavoro sia impostato sul valore 1KHz, valido in condizioni operative normali (interni con luce debole, distanza massima tra le unità pari a 150mt). Nessun'altra configurazione è necessaria sull'unità Emitter.

Prima di accendere la seconda unità ricevente Sensor, procediamo con il suo posizionamento affinchè resti in visibilità diretta verso l'unità Emitter, configurando i seguenti valori attraverso gli switch e selettori laterali:

  • modalità DELAY
  • scatto singolo
  • selettore canale sul valore 16 (standard per Cactus V5)

Procuriamoci un cavetto di scatto remoto compatibile con il modello della nostra fotocamera, disponibile presso il negozio online Gadget Infinity (http://www.gadgetinfinity.com/wired-shutter-release) gestito dallo stesso produttore; colleghiamo tale cavo tra l'uscita scatto remoto dell'unità Sensor (3,5mm) e l'ingresso scatto remoto della fotocamera. Questi cavi ad aspirale sono relativamente corti (massimo 60cm), pertanto si suggerisce l'impiego di un radio-trasmettitore connesso all'uscita scatto remoto dell'unità Sensor, il quale solleciterà una fotocamera a distanza collegata attraverso un radio-ricevitore compatibile (ad esempio Cactus V5).

Illustriamo di seguito due scenari di configurazione suggeriti per sincronizzare l'unità Sensor e la nostra fotocamera: 1) trasmissione wireless verso un radio-ricevitore di tipo Cactus V5 in modalità RX, 2) trasmissione radio con una coppia di radio-trigger universali di terze parti.



Comunicazione Cactus LV5 verso unità esterna Cactus V5 (RX).

1) Unità Sensor con trasmettitore radio integrato Cactus V5 compatibile
2) Radio-Trigger Cactus V5 in modalità RX
3) Cavo di scatto remoto compatibile con la fotocamera specifica
4) Fotocamera connessa al ricevitore Cactus V5 tramite cavo di scatto remoto



Comunicazione Cactus LV5 verso unità esterne Elinchrom Skyport (TX/RX).

1) Unità Sensor con uscita scatto remoto (audio-jack)
2) Radio-Trasmettitore Elinchrom Skyport Speed connesso tramite cavo sincro in dotazione
3) Radio-Ricevitore Elinchrom Skyport Speed connesso al cavo di scatto remoto della fotocamera
4) Fotocamera connessa al radio-ricevitore Elinchrom Skyport speed


Accendiamo le due unità Emitter e Sensor, assicurandoci il corretto allineamento del fascio laser generato dall'unità Emitter verso il centro dell'unità Sensor, condizione segnalata dal ricevitore con una luce verde stabile e dal trasmettitore con una luce arancione fissa (quando le unità non sono allineate, le rispettive luci lampeggiano ogni 3 secondi). Accendiamo di conseguenza la nostra fotocamera.

Possiamo verificare la corretta trasmissione del segnale radio generato dall'unità Sensor agendo sul pulsante di test disponibile sul lato destro; la nostra fotocamera eseguirà uno scatto per confermare la ricezione del segnale intercettato dal ricevitore radio connesso.

Infine non ci resta che interrompere il fascio laser con un oggetto qualsiasi (anche la nostra mano), evento che genera il segnale di sincronizzazione diretto alla fotocamera. Nel paragrafo successivo illustreremo la configurazione necessaria per sollecitare contemporaneamente sorgenti di luce flash al momento dello scatto.




Sincronizzazione di unità flash durante lo scatto.


La configurazione vista in precedenza potrebbe essere ulteriormente arricchita con l'impiego di luce artificiale flash (adottando quindi illuminatori a slitta oppure soluzioni professionali da studio), particolarmente adatta alla fotografia di still-life "dinamica", artistica e sportiva, sebbene richieda ulteriori dispositivi e accurate impostazioni.

La generazione più recente di illuminatori flash prevede la sincronizzazione con la fotocamera attraverso soluzioni wireless in tecnologia IR (come Nikon SU-800 e Canon ST-E2) oppure Radio (Cactus V5 e suoi concorrenti), la cui connessione fisica ha luogo tipicamente sul contatto a caldo della fotocamera.

Unità Commander Nikon SU-800 (IR) Unità Commander Canon ST-E2 (IR)


I dispositivi di comando in tecnologia IR non richiedono alcuna attenzione in merito alle possibili interferenze con il segnale Radio propagato dell'unità Sensor (trasmettitore Cactus V5 integrato), pertanto è sufficiente installarli sulla slitta della fotocamera e procedere alla configurazione dei parametri di funzionamento. Altrettanto valido se scegliamo di utilizzare radio-trigger diversi dai Cactus V5.



Scenario d'esempio con Cactus V5 e Nikon SU-800 (Commander IR)

1) Unità Sensor con trasmettitore radio integrato Cactus V5
2) Cactus V5 RX con cavo di scatto remoto
3) Fotocamera connessa al ricevitore Cactus V5 con cavetto dedicato
4) Nikon SU-800 Commander montato su contatto flash della fotocamera
5) Unità Flash Nikon compatibili con il Sistema Nikon CLS (SB 600/700/800/900/910)


Nell'ipotesi in cui si scelga la più economica soluzione Cactus V5 in modalità RX (ricevitore) per intercettare il segnale radio emesso dall'unità Sensor (Cactus LV5), sollecitando quindi la fotocamera a distanza, potremmo pensare di aggiungere una seconda unità Cactus LV5 in modalità TX (installata sul contatto a caldo) per sincronizzazione simultaneamente anche le sorgenti di luce flash presenti nella scena.

Tale configurazione solleva un problema di interferenza poichè l'unità Sensor e il ricevitore Cactus V5 responsabile dello scatto remoto devono necessariamente operare sullo stesso canale radio (16 disponibili); in talune condizioni, la seconda unità Cactus V5 destinata a sincronizzare i flash a distanza e tutti i ricevitori Cactus V5 connessi alle sorgenti di luce, potrebbero non funzionare correttamente. La soluzione definitiva consiste nel configurare un canale di lavoro distinto per tutti i dispositivi Cactus V5 coinvolti nell'illuminazione flash, come illustrato nello scenario d'esempio che segue.




Scenario d'esempio con uso di differenti unità Cactus V5 per sollecitare fotocamera e flash (Radio).

1) Unità Sensor con trasmettitore radio integrato Cactus V5 (canale 1)
2) Cactus V5 RX con cavo di scatto remoto (canale 1)
3) Fotocamera connessa al ricevitore Cactus V5 con cavetto dedicato
4) Cactus V5 TX (canale 2) su contatto flash della fotocamera per pilotare i flash a distanza
5) Cactus V5 RX (canale 2) connesso al flash




Configurazione avanzata dei parametri.

L'unità Sensor inclusa nel prodotto Cactus LV5 offre alcune importanti funzionalità avanzate, parametri e modalità di comportamento particolarmente utili nei diversi generi fotografici. Vediamo nel seguito quali sono.


Selezione Canale Radio (Sensor).

Ricordiamo brevemente che la scelta del canale radio (16 disponibili) usato dal trasmettitore integrato nell'unità Sensor deve essere eseguita a dispositivo spento, agendo in seguito sulla ghiera multi-funzione presente sul lato destro dell'unità.


Parametro DELAY.

Il comportamento di base del Cactus LV5 descritto finora (modalità TRAP / trappola) assicura che l'evento sia intercettato nell'instante preciso in cui un soggetto interrompe il fascio laser. Risulta certamente utile posticipare la trasmissione del segnale di scatto rispetto al verificarsi dell'evento, soprattutto nella fotografia creativa di oggetti in caduta libera (o traiettoria orizzontale), cogliendo in tal modo istanti irripetibili della stessa sequenza.

Sebbene si possa intervenire anche sull'altezza dei dispositivi Sensor ed Emitter affinchè si possa gestire il ritardo di scatto, la possibilità di impostare la corretta temporizzazione attraverso la funzione DELAY semplifica senza dubbio le riprese.

Possiamo configurare tale ritardo di emissione del segnale di scatto agendo sul parametro DELAY, impostando l'unità Sensor come segue:

  1. assicurarsi che l'unità Sensor sia accesa (altrimenti si modifica solamente il canale radio);
  2. impostare lo switch DELAY/FREEZE sul valore DELAY (scatto ritardato);
  3. selezionare un valore di ritardo (da 1 a 16) agendo sulla ghiera multi-funzione presente sul lato destro dell'unità, tenendo presente le corrispondenze riportate nella tabella seguente (una versione adesiva della stessa tabella è fornita nella confezione del Cactus LV5, come quella da noi applicata sull'unità Sensor sopra raffigurata):

Valore sulla ghiera Ritardo introdotto
1 OFF (nessun ritardo)
2 1ms
3 2ms
4 3ms
5 4ms
6 5ms
7 7ms
8 10ms
9 15ms
10 20ms
11 25ms
12 30ms
13 50ms
14 100ms
15 200ms
16 400ms

Impostazione del parametro DELAY.


Le immagini seguenti mostrano gli effetti di tre differenti valori assegnati al parametro DELAY, utilizzando un oggetto (barretta di cioccolato) in caduta libera sull'acqua:




Immagine risultante con DELAY = 1 (0ms)




Immagine risultante con DELAY = 6 (5ms)




Immagine risultante con DELAY = 10 (20ms)


Parametro FREEZE.

Il parametro FREEZE permette all'unità Sensor di ignorare tutti gli eventi - successivi al primo - che si verificano entro il limite di tempo selezionato (da 0ms a 4sec), evitando sollecitazioni continue e indesiderate dello scatto remoto, soprattutto quando si adoperano sorgenti di luce flash con tempi di ricarica lenti. Risulta utile quando l'oggetto intercettato può dare luogo a continui eventi, ad esempio esplosioni di particelle liquide prodotte dall'impatto di un oggetto con l'acqua.

Analogamente al parametro DELAY visto in precedenza, possiamo configurare tale periodo di "pausa" sull'unità Sensor seguendo alcuni semplici passi:

  1. assicurarsi che l'unità Sensor sia accesa (altrimenti si modifica solamente il canale radio);
  2. impostare lo switch DELAY/FREEZE sul valore FREEZE (congelamento);
  3. selezionare un valore temporale (da 1 a 16) agendo sempre sulla ghiera multi-funzione, considerando le corrispondenze fornite nella tabella seguente:


Valore sulla ghiera Pausa introdotta
1 OFF (nessuna pausa)
2 20ms
3 30ms
4 40ms
5 50ms
6 70ms
7 90ms
8 120ms
9 180ms
10 240ms
11 300ms
12 360ms
13 600ms
14 1sec
15 2sec
16 4sec

Impostazione del parametro FREEZE.


Modalità ESCAPE (fuga).

Esistono alcune circostante, come accade nella fotografia naturalistica (riprese di animali e uccelli soggetti a rapidi movimenti), in cui si desidera catturare un soggetto quando quest'ultimo lascia la scena; immaginiamo un uccello che si posa su un ramo per qualche istante e subito dopo riprende il volo, spiegando rapidamente le ali e offrendo al fotografo una grande occasione di scatto.

Il Cactus LV5 si conferma un'efficace soluzione anche in questo scenario, potendo modificare il suo comportamento di base (l'evento si verifica interrompendo il fascio laser), consentendo la sollecitazione della fotocamera nell'instante in cui un oggetto abbandona la zona interessata dal segnale laser.

La modalità appena descritta è definita ESCAPE (fuga), configurabile con pochi semplici passi:

  1. assicurarsi che l'unità Sensor sia spenta;
  2. tenere premuto il pulsante di accessione dell'unità Sensor per almeno 5 secondi;
  3. l'unità Sensor si accenderà automaticamente emettendo una luce rossa intermittente; quando il segnale laser è allineato la luce rossa diventa stabile.





Scenari di applicazione fotografica.

La soluzione Cactus LV5 offerta dal produttore di Hong Kong trova applicazione in tutti i generi fotografici con carattere di dinamismo come lo still-life commerciale e pubblicitario, fotografia sportiva di atleti e artisti, progetti di Moda e fotografia naturalistica.

Nella Fotografia di Still-Life il Cactus LV5 consente di catturare le affascinanti esibizioni prodotte dall'esplosione di oggetti contenenti liquidi o particelle, l'impatto di oggetti solidi con l'acqua (effetto molto ricercato nella fotografia commerciale di prodotti per la cura personale) e in generale regalare all'osservatore l'accesso a una realtà invisibile per l'estrema brevità in cui si manifesta nel tempo.

La fotografia sportiva rappresenta l'ambito in cui - a mio personale parere - il fotografo può meglio esprimere tutta la sua creatività attraverso la precisione tecnica necessaria; le funzionalità disponibili nel prodotto Cactus LV5 rappresentano strumenti completi e raffinati per automatizzare la ripresa fotografica di soggetti in azione, nei generi sportivi dove l'esperienza professionale del fotografo può beneficiare del grande supporto tecnologico. Immaginiamo quindi alcuni sport dove la ripresa fotografica è piuttosto complessa, come le corse automobilistiche e motociclistiche, equitazione, atletica, nuoto, pattinaggio artistico, hockey e cricket, oppure progettare ritratti sportivi creativi nella Boxe, Arti Marziali, Danza Classica e Moderna.

Costruire trappole elettroniche per la fotografia naturalistica di animali molto veloci come uccelli, cani, cervi o scoiattoli diventa un'eccitante concretezza, analogamente a quanto è possibile immaginare nella fotografia di moda potendo enfatizzare il movimento di soggetti, indumenti e accessori per conferire uno stile eccezionalmente dinamico alle proprie immagini.




Esempi di applicazione: Fotografia di Still-life e Pubblicitaria.

Proponiamo di seguito alcuni scatti di fotografia pubblicitaria / creativa e relativi schemi di realizzazione, illuminati con semplici flash a slitta (Nikon SB-910) pilotati in modalità wireless attraverso unità IR (Nikon SU-800), capaci di generare lampi particolarmente brevi (fino a 1/40.000 di secondo) riducendo progressivamente la potenza di emissione (modalità M da 1/1 a 1/128), condizione abilitante per ottenere risultati professionali con sequenze d'azione.

In tutti gli scatti l'unità Sensor è stato configurato in modalità Trappola, regolando opportunamente il ritardo di scatto con il parametro DELAY.



Scenario Still Life 1.
1) 2 Nikon SB-910 su stativo (M 1/64)
2) Pannello traslucido
3) Vasca per pesci
4) Acqua versata da un bicchiere
5) Fotocamera connessa al Cactus V5 con cavo di scatto remoto e Nikon SU-800 su contatto flash



Fotocamera Nikon D3 - Esposizione 1/250 sec @ f8 - ISO 200.





Scenario Still Life 2.

1) 2 Nikon SB-910 su stativo (M 1/64)
2) Pannello traslucido
3) Bottiglia rilasciata manualmente a circa 10cm dalla superfice
4) Fotocamera connessa al Cactus V5 con cavo di scatto remoto e Nikon SU-800 su contatto flash



Fotocamera Nikon D3 - Esposizione 1/250 sec @ f16 - ISO 800.




Scenario Still Life 3.

1) Tazzina da caffè
2) Chicchi di caffè
3) Nikon SB-910 con griglia di concentrazione (M 1/128)
4) Fotocamera connessa al Cactus V5 con cavo di scatto remoto e Nikon SU-800 su contatto flash




Fotocamera Nikon D3 - Esposizione 1/250 sec @ f8 - ISO 100.




Fotocamera Nikon D3 - Esposizione 1/250 sec @ f8 - ISO 100.




Fotocamera Nikon D3 - Esposizione 1/250 sec @ f11 - ISO 400.




Esempi di applicazione: Fotografia Sportiva.

Il Sistema di Laser Trigger Cactus LV5 trova applicazione nella fotografia di soggetti in movimento, suggerendo il suo utilizzo nelle discipline sportive (equitazione, arti marziali, tennis, golf, ecc...) e artistiche (danza, performance di movimento).

Abbiamo messo alla prova i nostri Cactus LV5 in esterni, durante alcune riprese di equitazione eseguite in riva al mare, approfittando delle primissime ore di una splendida giornata di sole, con l'obiettivo di cogliere momenti davvero irripetibili con l'assoluta precisione garantita dai dispositivi.

Le immagini che seguono sono state realizzate in collaborazione con il Circolo Ippico NUVOLA ROSSA di Senigallia (AN) - e-mail: asdnuvolarossa@yahoo.it



Scenario Sportivo - Equitazione in riva al mare.




Fotocamera Nikon D3 - Esposizione 1/3200 sec @ f9 - ISO 200 - WB 4900K.




Fotocamera Nikon D3 - Esposizione 1/3200 sec @ f9 - ISO 200 - WB 4900K.




Fotocamera Nikon D3 - Esposizione 1/2000 sec @ f4 - ISO 200 - WB 4500K.




Prezzi, disponibilità e conclusioni finali.

Il prodotto Cactus LV5 è rivenduto in Italia presso ProLight Equipment Srl di Roma (http://www.prolight-equipment.com), oppure acquistabile direttamente presso lo store elettronico di Gadget Infinity (http://www.gadgetinfinity.com - il sito ufficiale dell'Azienda Harvest One Ltd proprietaria del marchio Cactus).

Il prodotto è disponibile nella versione base (http://www.gadgetinfinity.com/cactus-laser-trigger-lv5.html) contenente i due componenti principali, cavi e accessori ad un prezzo di circa € 65,00 (89,95 USD); con una spesa tutto sommato contenuta pari a € 110,00 (149,90 USD) è possibile acquistare uno speciale Starter Kit (http://www.gadgetinfinity.com/cactus-laser-trigger-lv5-starter-kit.html) che aggiunge due Radio-Trigger Cactus V5 e un cavo di scatto remoto compatibile con la propria fotocamera (selezionabile al momento dell'acquisto), particolarmente utile quando si preferisce la tecnologia proprietaria Cactus Image per pilotare tutti i dispositivi coinvolti nella scena ripresa (trasmettitore integrato nell'unità Sensor, sincronizzazione fotocamera e flash esterni).

La mia personale valutazione generale del prodotto è di "5 STELLE", essendo stato alla ricerca di una soluzione così specifica, affidabile ed economica negli scorsi anni per la mia fotografia di still-life, atleti sportivi e artisti durante le loro performance in azione. Spiccano sicuramente le doti di elevata portabilità e compattezza, alimentazione semplice, elevata autonomia, trasmissione wireless integrata che preserva gli investimenti pregressi, precisione e adattabilità della sincronizzazione tra soggetto ripreso e fotocamera.

Concludo esprimendo il mio apprezzamento maggiore (e spero anche i futuri possessori del prodotto) per le innumerevoli applicazioni creative che il Cactus LV5 ispira e rende possibili al fotografo professionista, la vera essenza di un prodotto tecnologico moderno che ambisce al successo in un mercato tanto competitivo.

Roberto Insalata

Cactus Logo





Testi e immagini contenuti in questo articolo sono di proprietà del Fotografo Professionista Roberto Insalata.
Qualsiasi utilizzo è ritenuto illegale e perseguibile penalmente come previsto dalla legge sul diritto d'autore
(Legge n. 633 del 22 Aprile 1941).





Copyright © 2017 Roberto Insalata - Tutti i diritti riservati

Contatti e Informazioni: e-mail: info(at)robertoinsalata.biz - mobile: +39 338 3132474